Logistica per l’e-commerce retail

Nell’ultimo decennio, la tecnologia ha ispirato un boom del retail online che ha avvantaggiato alcuni rivenditori, lasciandone altri inermi. Il ruolo dell’e-commerce è elevato a pilastro vitale nel settore della vendita al dettaglio, influenzando fortemente la logistica.

Da tempo molti rivenditori si stanno spostando verso un modello incentrato sul consumatore al fine di fornire un’esperienza cliente superiore basata su scelta, costo, convenienza e coerenza, passando dall’approccio a un canale (negozio fisico) a multi-canale.

Poiché le attività di e-commerce sono cresciute rapidamente e si prevede che crescano ancora di più, sono diventate anche un fattore importante nel cambiare la forma dell’industria logistica globale.

Dando uno sguardo al mercato americano, decisioni su dove ubicare i magazzini e se soddisfare gli ordini di e-commerce da strutture separate, in-store, da magazzini esistenti o una combinazione di tutte e tre sono tra le decisioni strategiche che aziende di mattoni e malta stanno affrontando mentre competono contro persone del calibro di Amazon, eBay e molti altri.

Modelli di consegna della logistica per l’e-commerce

Il modello di distribuzione al dettaglio riguarda le spedizioni di merci e componenti da fornitori diversi, il consolidamento presso i centri di distribuzione (CdC) e cross-docking e la spedizione dai CdC ai rivenditori.

Il modello di consegna diretto al consumatore prevede le stesse prime fasi di acquisizione e consolidamento dei beni presso i centri di distribuzione, ma da qui si trasforma in una serie di piccole consegne di pacchi direttamente ai consumatori.

Il modello di consegna diretto al consumatore prevede anche il trasporto di singoli pacchetti direttamente dai fornitori ai clienti senza intermediari (vedi caso del drop-shipping).

Per quanto riguarda la consegna diretta al consumatore, AMAZON.com ha una strategia per sviluppare una flotta privata per fornire consegne nello stesso giorno nei suoi 40 mercati principali, utilizzare servizi di consegna locali per i prossimi 60 mercati e fare affidamento su UPS, FedEx e UPSP (Servizio postale degli Stati Uniti) per i restanti mercati.

Parte della sua strategia per ottenere consegne nello stesso giorno è aprire i centri di distribuzione in queste aree urbane piuttosto che localizzarle in campagna, come nel caso di molti rivenditori, incluso WALMART.

Negli Stati Uniti, la consegna del pacchetto per i consumatori che lavorano durante il giorno è lasciata fuori dalla porta o, nel caso di alcuni corrieri, la consegna viene effettuata in un momento specifico concordato con il cliente (cioè quando lui – o lei – è casa).

In Europa, una soluzione molto comune è l’utilizzo di “pick-up point”, cioè una sede fisica – negozi privati ​​che fungono da corrieri-punto di raccolta – dove il cliente può ritirare il suo pacco durante l’orario di apertura (ovviamente, Amazon ha i suoi punti di raccolta, chiamati Amazon Lockers …).

Aspettative dei clienti

La consegna a domicilio porta con sè le seguenti implicazioni per la logistica:

  • I clienti online si affidano al self-service anziché a risposte via e-mail o a un supporto telefonico.
  • I consumatori si aspettano che il tuo negozio online abbia un’ampia varietà di varianti di prodotto in termini di dimensioni, modelli e colori diversi che li aiuteranno a prendere la decisione di acquisto.
  • I tempi di consegna desiderati sono per lo più la sera, entro 1-2 giorni ed eventualmente, gratuitamente.
  • I consumatori si aspettano “l’ordine perfetto” (dove sono soddisfatte le “sette r” – il prodotto giusto, la giusta quantità, il posto giusto, la condizione giusta, la documentazione giusta, il costo giusto, il momento giusto)

Queste sono alcune aspettative di base dei consumatori nei confronti dei proprietari di negozi online di e-commerce, se non sono soddisfatti i clienti tendono a passare rapidamente al negozio online della concorrenza.

Cosa significa questo per un professionista della logistica?

In molti casi significa riorganizzare la logistica, gestendo più complessità e rischi, cercando di raggiungere un delicato equilibrio tra servizio e costi.

Facile da dire, molto difficile da fare, poiché ciò significa in molti casi riconsiderare processi, risorse e, più in generale, la strategia di gestione della supply chain.

Impatti sugli Operatori Logistici

Per gli Operatori Logistici l’entità del cambiamento nei modelli di consegna, dalle grandi consegne alle singole e piccole spedizioni ai consumatori, è immensa.

I fornitori di servizi logistici di terze parti specializzati in trasporti Full Truck-Load (camion intero) e Less-Then-Truck-Load (meno di camion intero) sono sotto pressione a causa della riduzione della domanda per i loro servizi.

Negli Stati Uniti si stanno concretizzando fusioni e acquisizioni tra gli Operatori Logistici tradizionali poiché stanno cercando di salire verso l’alto per essere abbastanza grandi da iniziare ad offrire servizi diversi da TL e LTL.

Non solo: le aziende di logistica devono stare al passo con l’innovazione tecnologica che Amazon (vedi Amazon Logistics Services per avere un’idea) sta implementando, altrimenti quest’ultima potrebbe emergere come una nuova piattaforma nel prossimo decennio, interrompendo e interrompendo i leader freigh esistenti.



This post is also available in: English (Inglese)

One thought on “Logistica per l’e-commerce retail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *